Oggi La Repubblica.it pubblica un articolo sui consulenti con partita IVA, definendo questo regime una precarietà  di lusso. Non mi è piaciuta la definizione. A ridurre tutto a schematismi così beceri si è portati poi a pensare che dall’altra parte, magari dalla parte di chi fa queste valutazioni, si trovi una stabilità  da pezzenti.