Articoli della categoria: Minima Immoralia

Minima immoralia / 6

L’ultima e-mail di un mio ex cliente. Un committente che seguivo da cinque anni e che un giorno, senza preavviso, con effetto immediato, ha deciso di non avere più bisogno delle mie attività di consulenza per la gestione esterna dell’ufficio stampa, un’attività che in questi anni ha fruttato oltre 500 articoli sulla stampa nazionale, passaggi a […]

Autocondannami questo

“Beh, vedere un collega giornalista che si autocondanna alla disoccupazione non è mai un bello spettacolo, no?” Vittorio Feltri sulle dimissioni di Dino Boffo, Corriere della Sera, 4 settembre 2009

Le casalinghe polacche di Voghera

Spesso excusatio non petita, sed accepta est per evitare rompicoglioni, più che altro. Giorni fa Microsoft ha fatto ammenda per una variazione grafica apportata su un’immagine utilizzata per attività di marketing in Polonia. Ha sostituito la figura di una persona di colore con un’altra dai tratti caucasici. L’accusa: razzismo. Chi si occupa un minimo, non dico di professione, […]

Minima immoralia / 5

“Direttore se vuoi convincere me e gli italiani che la lotta all’evasione fiscale sia una priorità di questo governo devi usare l’ipnosi” (ieri, Franceschini a Belpietro) “Crisi? Quale crisi? E chi mai se n’è accorto? I lavoratori come me sono in perenne stato di crisi. Nessuna variabile, soltanto una costante: nessuna cassa integrazione su cui fare […]

Minima immoralia / 4

“Cresce la caccia al profittatore, al pescecane che succhia l’osso della crisi e si arricchisce: un tempo erano i fornai e i mercanti di grano, oggi sono il banchiere, il manager, i frequentatori del Cambio e di Forquet’s, i ricchi in quanto tali.” (Alain Minc, La Stampa di oggi) “Nell’economia fasulla, dove non si produce più niente, non […]

Pagina 1 di 212